Mandorlo in fiore
HOMEDIRECTORYAZIENDE & VIVAIPHOTO GALLERYGREEN QUIZNOTIZIEEVENTI LOGINREGISTRATI

Cerca nel sito


Directory
Se ti capita di
perdere la
bussola nel
web...
Biblioteca
Se cerchi un
libro o una
rivista del
settore...
Aziende e Vivai
Se cerchi una
azienda o un
Garden Center
vicino casa...
Notizie

Tutte le notizie che
riguardano il
mondo del
giardinaggio

Photo Gallery
Se vuoi vedere
e scaricare le
foto più belle
di Lympha...
Modulo per segnalazioni alla redazione di Lympha.Net

Ecco alcuni dei lavori del mese di novembre. Considerate che i lavori, se non diversamente specificato, si riferiscono alle zone a clima mite e dovranno quindi essere anticipati di almeno 2-3 settimane nelle zone a clima caldo (Sud Italia e zone costiere) e posticipati di almeno 2-3 settimane nelle zone a clima freddo (Nord Italia e zone montane).
IN CASA
Foglie di piante verdi da appartamento: per pulirle usate un panno inumiditoPiante a fogliame ornamentale

Continuate a verificate le foglie delle piante da appartamento per riscontrare la presenza di parassiti. Contemporaneamente ripulitele dalla polvere con un panno umido. Le foglie pubescenti (ricoperte da peluria) si puliscono con un pennello morbido e pulito. Vaporizzare le foglie delle piante di casa con acqua non calcarea e a temperatura ambiente. Disponete i vasi lontano da fonti di calore.

IN GIARDINO E SUL BALCONE
Narcisi, tulipani, giacinti, muscari & Co.

Novembre è il momento ideale per interrare le bulbose a fioritura primaverile, prima che il terreno inizi a gelare. Ricordate, come regola empirica, di interrare i bulbi ad una profondità di circa 2-3 volte l'altezza del bulbo. I tuberi (es. Ciclamino) si coprono con appena 2-3 cm di terra. Nelle zone particolarmente fredde proteggete i bulbi con una pacciamatura di foglie secche.

Fuchsia: è il momento di ripararleAlcune piante hanno già bisogno di riparo

Cominciare a spostare al riparo le piante più sensibili al freddo come le Fucsie, i Clerodendron, le Begonie delicate, riducendo progressivamente le annaffiature.

Potate a fondo gerani e pelargoni e ripuliteli dalle foglie secche. Riponeteli in un locale luminoso e fresco e interrompete le annaffiature.

Nelle zone ventose usate teli di tessuto-non-tessuto per riparare le piante che non potete spostare in casa o in serra.

Nelle zone più fredde si estraggono dal terreno o dai vasi i tuberi di Dalia, che potrebbero essere danneggiati dalle gelate. Si puliscono, si lasciano asciugare e si ripongono in luogo asciutto e ventilato.

Nelle zone a clima mite è possibile effettuare, in serra o cassone riscaldato, le semine anticipate delle annuale e delle biennali. A fine febbraio potrete così disporre delle piantine pronte per il trapianto in aiuola.

Lavorare il terreno delle aiuole che ospiteranno le annuali primaverili e estive.

Se il tempo è favorevole, trapiantate a dimora (in vaso o aiuola) tutte le biennali e le perenni seminate nell'estate appena trascorsa.

Cimate a fondo le erbacee perenni che hanno perso le foglie e provvedete al rinvaso se questo è divenuto troppo piccolo. Si può procedere alla divisione dei cespi anche delle erbacee sempreverdi, scartando la parte centrale e ripiantando subito.

Novembre è il mese ideale per piantare alberi, rose e arbusti da fiore (anche a radice nuda), purché il terreno non sia gelato. Nelle zone più fredde proteggere il piede delle piante con una pacciamatura di paglia o foglie.

LAVORI IN GENERALE
Rastrellare dal prato le foglie cadute dagli alberi. Inseritele nel compostatore, se ne avete uno, oppure utilizzatele per pacciamare il piede delle piante più delicate o i vasi.

Se necessario eseguite l'ultimo taglio dell'erba del prato prima di pulire e riporre la falciatrice.

Ripulite e riporre gli attrezzi che non servono più in giardino. Pulire e disinfettare i vasi ormai vuoti prima di riporli.

NELL'ORTO
Nelle regioni a clima mite si seminano all'aperto fave e piselli.

Se il terreno non è gelato si piantano in piena terra i bulbilli di aglio e di scalogno.

In tunnel o altra coltura protetta si possono seminare lattuga e radicchio da taglio, rucola e ravanello.

Si rincalzano, oppure si legano e si coprono, gli ortaggi che si vogliono far imbianchire (insalate, radicchi, sedani, cardi).

Se la terra non è zuppa di pioggia, è il momento di lavorare il terreno per le semine e le piantagioni primaverili e incorporare anche del letame.

NEL FRUTTETO
Mettere a dimora i piccoli frutti (more, lamponi, ribes, uva spina) ma non i mirtilli che si piantano in primavera.

Si possono mettere a dimora o trapiantare gli alberi da frutto, melo e pero in particolare, ma anche prugni, peschi, albicocchi.

Eseguire la raccolta dei frutti di Cachi e riporli al riparo, in cassette.


LYMPHA.NET - © 2001-2018. Tutti i diritti riservati. Riproduzione anche parziale vietata.